Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Nona puntata

Rutland

Ahhh, il Rutland! 45esima contea come superficie solo perchè contea lo sono anche la CIty of London, Bristol e l’Isle of Wight, 47esima come popolazione con soli 37.000 abitanti. Incastrata tra Leicestershire, Northamptonshire e Lincolnshire, come tutti i posti piccoli ha tra le sue peculiarità la felicità: the happiest county in England, secondo un’indagine del 2012. Non solo: qui si hanno più figli rispetto alla media nazionale, si fa più sport, si combatte per avere un postal code proprio e non quello del Leicestershire (nel 2007 la Royal Mail ha accordato tale privilegio). Domina il paesaggio la Rutland Water, un bacino artificiale d’acqua dolce in cui la fanno da padroni i volatili acquatici. Ecco, il Rutland finisce qui però. Calcisticamente non offre nulla per quanto riguarda i primi dieci livelli. Bisogna scendere al livello 11 e andare nella Peterborough & District League Premier per trovare le due squadre rappresentanti delle uniche due town della contea: l’Oakham United e l’Uppingham Town.

Shropshire

13esima come superficie, 42esima come popolazione, la classica contea che non si fila mai nessuno, di quelle al confine con il Galles. Chiamata anche Salop per ragioni misteriose (in realtà deriva dal termine Salopsberia, anglo-francese), la contea in epoca pre-normanna faceva parte del regno di Mercia, e proprio il sovrano di tale regno, Offa, fece costruire l’omonimo vallo ancora oggi parzialmente visibile, un confine tra la Mercia e il Galles formato sostanzialmente da un avvallamento di terra (VIII secolo). Attualmente la contea è divisibile in due parti, Nord e Sud, tagliata dal fiume Severn: a nord si hanno i principali insediamenti, tra cui Shrewsbury e Telford, mentre il sud della contea è decisamente più rurale. L’agricoltura d’altronde è stata per anni la fonte di reddito principale da queste parti, prima dell’esplosione del terziario che ha ovviamente coinvolto anche queste terre di confine. Terre di confine che hanno dato i natali a una leggenda del calcio inglese, Billy Wright, e al padre dell’evoluzionismo, tal Charles Darwin, da Shrewsbury. Politicamente i Tories hanno preso il sopravvento nelle due ultime general elections (2005 e 2010).

Cominciamo con un’anomalia: a Oswestry ha sede una squadra della League of Wales, ovvero i The New Saints, nati dalla fusione tra Oswestry Town e il TNS di Llansantffraid, Galles; l’Oswestry Town, comunque, giocava già nel campionato gallese prima della fusione. Tornando in Inghilterra, la squadra principale è naturalmente il Shrewsbury Town, attualmente in League 1 e con Graham Turner allenatore, non una novità visto che lo è stato dal 1978 al 1984 ed è tornato ad esserlo nel 2010. In Conference North da quest’anno ritroviamo l’AFC Telford United, retrocesso dalla Conference National ed erede del Telford United fallito nel 2004. Infine in Northern Premier Division One South a rappresentare la contea c’è il Market Drayton Town, con sede nell’omonima cittadina. Fine. Le restanti realtà giocano principalmente il West Midlands Regional League (livello 10-12).

Somerset

Torniamo a sud, anzi sud-ovest. Siamo nella costa meridionale del Bristol Channel, nella settima contea come superficie e 22esima come popolazione. Il Somerset, dall’antico inglese Sumortūnsǣte, le persone dipendenti da Sumorton, l’odierna Somerton. Per la verità Somerton ha perso lo smalto di un tempo e ora la county-town è Taunton; tra le altre città, Bath, Yeovil, Weston-super-Mare sono i principali insiediamenti. Soprattutto Bath, centro termale fin dall’epoca romana, merita di essere vista. Così come meritano di essere visti i paesaggi costieri, la gola di Cheddar, una gola rocciosa formatasi nell’epoca delle glaciazioni, il Glastonbury Tor, una collina con alla sommità una torretta conosciuta la Torre di San Michele, molto caratteristica; peraltro il termine tor, di origine celtica, fa capire che da queste parti l’infuenza non fu solo anglosassone. Contea a economia mista, nel senso che l’agricoltura ha da sempre avuto una sua importanza ma accanto a insediamenti industriali, porti, cave di pietra e più recentemente il turismo che ha cominciato a fare la voce grossa. Famosi nativi del Somerset sono l’ex Monty Phyton John Cleese e il pilota di F1 Jenson Button, mentre politicamente siamo in territorio Tory e LibDem, ma vista la posizione geografica non era nemmeno da specificarlo.

La grande avanzata dello Yeovil Town ne fa la squadra principale della contea, e nemmeno di poco visto che per trovarne un’altra bisogna scendere in Conference South: il campionato che disputano Bath City e Weston-super-Mare, la squadra mai retrocessa nella sua storia (ne abbiamo parlato QUI). Uno step più in basso, in Southern Premier, il Frome Town. Quattro team in Southern League Div. One South&West: Bridgwater Town, Clevedon Town, Paulton Rovers e Taunton Town. Cinque sono invece le squadre che disputano la Western League Premier, step 9: Bishop Sutton, Larkhall Athletic, Odd Down (le ultime due entrambe da Bath), Radstock Town, Street. La coppa di contea prendi il nome di Somerset Premier Cup.

South Yorkshire

Chiudiamo con il South Yorkshire, la contea di Sheffield. 38esima come superficie, decima come popolazione, la county town è Barnsley, uno dei quattro metropolitan borough in cui è suddivisa la contea: gli altri sono Sheffield, Rotherham, Doncaster. La contea è nata con il già citato Local Government Act del 1974, per cui farne la storia è difficile, anche se comprensibilmente tutto ruota intorno alla rivoluzione industriale e soprattutto all’acciaio, di cui Sheffield è stata la capitale britannica, nonchè sede di numerose minieri di carbone. E’ stata, perchè da qui le industrie sono andate via e il South Yorkshire è oggi una delle zone economicamente messe peggio nell’Europa Occidentale, e qualcuno penserà a film Full Monty che proprio a Sheffield è ambientato. Tuttavia ultimamente, anche grazie agli aiuti europei, la contea sta cercando di rialzarsi e Sheffield si sta trasformando in una vivibile città post-industriale. Politicamente domina, ovviamente, il Labour, ance se l’unico seggio non laburista, quello di Sheffield Hallam, è in mano al leader dei Liberali nonchè vice-PM Nick Clegg.

Le squadre principali sono quelle rappresentative dei quattro borough. Al momento ne troviamo tre in Championship, Sheffield Wednesday, Barnsley e Doncaster Rovers, e due in League 1, Sheffield United e Rotherham United. Delle due di Sheffield abbiamo parlato QUI e QUI. Ecco, per trovarne altre però dobbiamo andare in Northern Premier League Premier (step 7) dove gioca lo Stocksbridge Park Steels (ecco qui l’acciaio che torna). Un gradino più basso, in NPL South, il primo club della storia, lo Sheffield FC: ne abbiamo parlato QUI. Chiudono i club che disputano la Northern Counties East Premier: Armothorpe Welfare, Athersley Recreation, Maltby Main, Parkgate. Ma noi chiudiamo citando l’Hallam, la squadra con lo stadio più antico del Mondo: ne abbiamo parlato nel post dedicato allo Sheffield FC.

Annunci

Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Ottava puntata

Northumberland

Nord, estremo nord dell’Inghilterra, al confine con la Scozia. La contea che un tempo fu di Newcastle (ora Tyne and Wear), che conta pochissimi abitanti (circa 300.000) ma una vasta estensione (sesta come superficie). Terra fredda, la più fredda d’Inghilterra; terra di avvallamenti che sembrano montagne nella parte nord-ovest il che è un evento raro, in Inghilterra; terra di pietre laviche e brulli pendii. Il Northumberland è, da buona zona di confine, una terra ricca di storia: qui passava infatti il confine tra la “civiltà” romana e i popoli “barbari” del nord, il famoso Vallo di Adriano; qui si sono combattute battaglie tra inglesi e scozzesi, quando i due Regni erano separati; e qui proprio per la sua caratteristica di zona di confine lontana dall’autorità londinese si rifugiavano spesso banditi e fuggitivi, o cattolici perseguitati che ne fecero uno dei focolari del cattolicesimo inglese. Giacomo I unendo i due Regni tranquillizzò le cose. Ora il Northumberland, una delle contee più povere, rischia di tornare zona di confine se la Scozia si separerà dal Regno Unito.

Blyth Spartans

E calcisticamente? Beh, il calcio presenta una particolarità mica da ridere. Abbiamo ripetuto allo stremo, seppur in poche righe, il concetto “zona di confine”. Bene, nessuna squadra rappresenta meglio del Berwick Rangers tutto ciò: squadra con sede a Berwich-upon-Tweed, Northumberland, gioca in Scozia, nella League Two del locale campionato. Varcando il confine calcisticamente, la squadra principale della contea è il Blyth Spartans, nome evocativo per una squadra che battaglia da sempre nei campionati maggiori di non-league (attualmente in Northern Premier). In Northern League Division One (livello 9) giocano invece le rimanenti squadre: Ashington AFC, Bedlington Terriers, Morpeth Town, Prudhoe Town. Fine del Northumberland, terra povera anche calcisticamente ma forse per questo da esplorare in futuro.

North Yorkshire

Una delle suddivisioni dell’enorme Yorkshire, a sua volta il North Yorkshire è grande: è infatti la contea più grande d’Inghilterra (ma solo 17esima come popolazione). Non solo: ha in essa la città che dà il nome all’intero Yorkshire, ovvero appunto York (la romana Eboracum), che adesso è autorità unitaria ma che resta ovviamente parte della ceremonial county. Si dà il caso che la città più famosa del North Yorkshire, per gli anglocalciofili come noi, sia Middlesbrough, situata nel nord della contea; altre città, oltre alla già citata York, sono Harrogate, Scarborough e Stockton-on-Tees, città che ha la particolarità di essere metà nel North Yorkshire e metà nel County Durham (la geografia politica inglese riserva sempre sorprese fantastiche, anche se in quanto autorità unitaria ha un’autonomia marcata). Zone verdi pianeggianti ai piedi dei Pennini, due parchi nazionali, le spiagge di Scarborough e il porto di Whitby (e l’abbazia della città, vera chicca), l’arcivescovado di York, che per il nord dell’Inghilterra svolge il ruolo che ha Canterbury per il sud. A differenza dello Yorkshire industriale che vedremo, qui dominano i Tories, sia alle recenti elezioni sia nel 2005. Nativo di York è Guy Fawkes, cospiratore che tentò di assassinare re e parlamentari nel 1605 da cui poi derivò la Guy Fawkes night.

Calcisticamente la squadra principale è il Middlesbrough, che tutti ricordiamo in Premier e in finale di Coppa UEFA e che ora si trova senza infamia e senza lode in Championship. Scendendo in League Two troviamo invece lo York City, promosso dalla Conference National due stagioni fa. In Conference North invece gioca l’Harrogate Town, la prima delle due squadre cittadine: la seconda è infatti l’Harrogate Railway Athletic e gioca in Northern Premier Division One North, lo stesso campionato dello Scarborough Athletic. Sulla storia dello Scarborough, dissolto nel 2007 (l’attuale squadra ne è la continuazione) spenderemo un giorno due parole. Tornando indietro alla Northern Premier League Premier (step 7) vi troviamo il Whitby Town. Infine, al livello nove, le restanti squadre divise tra Northern League Division One e Norther East Counties Premier: nella prima lega giocano Guisborough Town e Marske United, nella seconda Pickering Town e Tadcaster Albion.

Nottinghamshire

27esima contea come superficie, 16esima in quanto ad abitanti (poco più di 1 milione), East Midlands, città principale Nottingham con annessi e connessi. Beh, di Nottingham e del Nottinghamshire si conosce universalmente una leggenda, una soltanto: Brian Clou…ops, intendevamo Robin Hood. Ah, se volete un salto alla foresta di Sherwood fatelo, è ancora lì. E poi? Beh, Ye Olde Trip To Jerusalem, uno di quei pub che si definiscono “il più antico d’Inghilterra”, il Trent che scorre placido verso l’Humber, carbone, tanto carbone, almeno un tempo, prima che Maggie Thatcher decidesse che le miniere fossero una spesa insostenibile in rapporto a quanto producevano e solo le magie di una squadra di calcio in Europa alleviarono pazialmente le proteste dei minatori, il cui voto però ne fa una contea in cui il Labour la fa da padrone (con le dovute eccezioni). Figlio famoso della contea è David Herbert Lawrence.

Nel calcio la squadra principale è indubbiamente il Nottingham Forest, che nel dopoguerra ha scalzato il Notts County in quanto a prima squadra cittadina (QUI e QUI). Da quest’anno in Football League è tornato anche il Mansfield Town, dopo la vittoria della Conference National dell’anno scorso. Al livello 7, in Northern Premier League Premier gioca il Worksop Town, mentre un gradino più in basso, nella Division One South della stessa lega, l’Eastwood Town, il Carlton Town e il Rainworth Miners Welfare (squadra di minatori, come parecchie in quest’area). Al nono step il Dunkirk gioca, l’unica della contea, in Midland Alliance: Parramore (squadra di Worksop, nata però a Sheffield e spostata di recente: franchise football in categorie inferiori), Basford e Retford United giocano in Northern East Counties Premier.

Oxfordshire

Chiudiamo la puntata con l’Oxfordshire, e ci spostiamo quindi più a sud. 22esima come area, 35esima come popolazione, universalmente conosciuta in questo caso per la celebre università che ha sede nella città principale, Oxford. Territorio pianeggiante attraversato dal Thames, il punto più alto della contea è circa 250 metri s.l.m., una collinetta insomma. Non c’è molto altro da dire, anche perchè oltre ad Oxford (150mila) le altre città sono piccole: dai 41.800 di Banbury ai 30.000 di Abingdon e a scendere; niente industrializzazione pesante, ma ruralità, e ancora ruralità, come d’altronde si conviene a queste contee del sud del paese, oltre all’isola rappresentata dall’università. Passiamo alle personalità native della contea: l’ex tennista Tim Henman ci perdonerà se citiamo uno degli statisti più grandi del XX secolo, da Woodstock, Sir Winston Churchill. Contea di ideali conservatori, ovviamente, tant’è che l’attuale PM David Cameron ha il suo seggio parlamentare in quel di Witney.

La squadra principale è l’Oxford United, League Two e una Coppa di Lega in bacheca (1986). L’altra squadra cittadina, l’Oxford City, milita invece attualmente in Conference North, step 6. Un gradino più in basso in Southern League Premier il Banbury United, nickname “the Puritans” e un puritano stilizzato nello stemma. Due squadre in Southern League Division One South&West, ovvero il Didcot Town e il North Leigh. Poi, al nono livello, l’Hellenic League Premier, e qui la galassia di squadre si allarga: le due di Abingdon, ovvero Abingdon Town e Abingdon United; l’Ardley United, il Kidlington, lo Shrivenham, il Thame United. La competizione principale, l’Oxfordshire Senior Cup, ha la sua finale al Kassam Stadium di Oxford e proprio lo United ha vinto l’ultima edizione, in un derby contro i cugini del City.

Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Settima puntata

Lincolnshire

Il Lincolnshire è una contea grande, la seconda come superficie, ma “solo” la diciottesima come popolazione. Geograficamente è nel nord-est, non troppo nord, sicuramente est, sul Mare del Nord, Midlands orientali. Prima curiosità: confina con il Northamptonshire per la bellezza di…20 yards! Detto ciò, il Lincolnshire prende forma nel 1974 con l’unione di Lindsey, Holland e Kesteven, che sin dal 1888 avevano mantenuto amministrazioni separate (Lindsey era anche il nome che veniva dato all’intera zona, come emerge dal Domesday Book – documento fondamentale della storia inglese). Nel 1996 ha poi inglobato alcune zone dell’Humberside, che venne abolita in quell’anno. Le città principali sono Lincoln, Grimsby, Scunthorpe (ma anche Boston, figli della quale emigrarono nel New England con evidenti conseguenze), che sono anche le zone in cui non è l’agricoltura a farla da padrona. Grimsby è stato per anni il maggior porto per quando riguarda la pesca del mondo, e nonostante il declino è ancora il centro inglese del pesce, mentre Scunthorpe è la capitale inglese dell’acciaio, ed è interessante notare come queste attività si riflettano negli stemmi delle rispettive squadre.

Il simbolo del Grimsby Town: l’attività principale cittadina si nota immediatamente

Le squadre, appunto. Lo Scunthorpe United è attualmente l’unica in Football League (League Two), ma un passato nemmeno troppo lontano in FL ce l’hanno anche Lincoln City e Grimsby Town che ora però si contendono il derby in Conference Premier. In Conference North il derby invece lo giocano Boston United e Gainsborough Trinity. Oh, le squadre del Lincolnshire vanno a coppie: in Northern Premier League Premier (step 7) troviamo Grantham Town e il neopromosso Stamford AFC. Altra coppia, ovviamente, in Northern Premier South: Brigg Town e Lincoln United, la seconda squadra cittadina ci verrebbe da dire. Livello 9 infine, dove le squadre della contea si dividono essenzialmente in due campionati: Northern Counties East Premier e United Counties Premier. Nella prima troviamo Winterton Rangers, Lincoln Moorlands Railway (altra squadra della città di Lincoln), Barton Town Old Boys; nella seconda Holbeach United, Sleaford Town, Spalding United, Boston Town e Deeping Rangers. Ovviamente c’è anche qui la coppa di contea, ma particolare rispetto alle altre contee: è infatti divisa in Senior Cup, a cui partecipano le squadre pro (non più di Football League, visto che è rimasto solo lo Scunthorpe), Senior Trophy e Senior Shield (livelli 5-8 e 9-11 rispettivamente).

Merseyside

Il Merseyside è il contrario del Lincolnshire: piccolo come superficie (43esima), ma grande come popolazione (nona). A molto contribuisce Liverpool ovviamente, con i suoi dintorni (anche se a dir la verità non è che si estende molto di più la contea). Contea recente peraltro, nata nel 1974 in seguito al Local Government Act del 1972, e divisa in cinque distretti: Liverpool, Sefton, Knowsley, St Helens, Wirral, che peraltro è l’unico situato a sud dell’estuario del Mersey. I distretti sono stati trasformati in autorità unitarie nel 1986, ognuna con il proprio consiglio per cui la contea in quanto tale esiste solo formalmente, anche se a ben vedere esistono ancora organismi “di contea”, come la polizia. Economicamente si sa: Liverpool, le industrie, ma soprattutto il porto, lo sbocco a mare dei prodotti del nord dell’Inghilterra, la concorrenza che si trasformerà in rivalità con Manchester. Culturalmente, si sa ancora di più, visto che qui è stata scritta la storia della musica moderna e il nome Beatles dovrebbe suggerirvi qualcosa. Politicamente, ovviamente, domina il Labour, a parte a Wirral West (dal 2010 Tory) e Southport, saldamente LibDem.

La casa del Marine FC

Calcisticamente hanno sede qui due tra le squadre più importanti dell’Inghilterra intera, Liverpool e Everton di cui abbiamo ampiamente parlato QUI e QUI. Abbiamo anche parlato del Tranmere Rovers (QUI), League One e sede a Birkenhead, Wirral. Poi, scendendo più in giù, troviamo il Southport in Conference National e, due step più in basso, il Marine in Northern Premier League Premier (Marine che tra l’altro ha sede nel distretto di Liverpool). In Northern Premier Division One troviamo invece Prescot Cables e Cammell Laird, quest’ultima con sede a Birkenhead come il Tranmere. Infine in North West Counties Premier giocano Bootle, St Helens Town e AFC Liverpool, squadra fondata dai tifosi dei Reds come forma di protesta contro il caro biglietti/abbonamenti ad Anfield. La squadra gioca a Valerie Park, lo stadio del Prescot Cables, e ha la curiosità di un simbolo che ricorda quello di un CSKA dei Paesi ex-comunisti. La competizione più importante è la Liverpool Senior Cup, che vede partecipare anche le squadre riserve di Liverpool, Everton e Tranmere.

Norfolk

Quinta contea come area, 26esima come popolazione, il Norfolk è contea immersa nell’East Anglia. Zona storicamente popolosa dell’Inghilterra medievale come si evince dal Domesday Book, con le modifiche portate dallo sviluppo di un’economia industriale ha perso questa caratteristica, anche se, va detto, a livelli di occupazione il Norfolk è nella media nazionale (settori energetico e manufatturiero su tutti). Attrazione principale della contea il paesaggio, in cui spicca “the Broads”, area fluvial-lacustre al confine col Suffolk che ha lo status di parco nazionale. Le città invece, a parte Norwich, county-town, si limitano a Yarmouth e King’s Lynn, entrambe comunque sotto i 70 mila abitanti. Ecco, il Norfolk però ha dato i natali a due dei più influenti inglesi di sempre, a cui aggiungiamo da amanti di storia il primo Prime Minister della storia, Sir Robert Walpole: questi due personaggi portano il nome di Horatio Nelson e tal Diana Spencer, Principessa del Galles e icona generazionale se ce n’è una, complici le battaglie umanitarie e la favola finita tragicamente. Politicamente invece domina il Partito Conservatore, con alcuni “sprazzi” Whig che renderebbero fiero Walpole stesso.

Calcisticamente, invece, it’s all about Norwich City. I Canaries sono infatti l’unica squadra pro della contea. Per trovarne un’altra bisogna scendere fino al livello 7, in Northern Premier League Premier, dove gioca il King’s Lynn Town, erede del King’s Lynn dissolto nel 2009. In Isthmian League Div One North (siamo in una zona di confine tra Northern Premier e Isthmian League come si vede) giocano invece Wroxham e Dereham Town. Il livello 9 è invece monopolizzato dalla Eastern Counties Premier, dove troviamo Norwich United, Thetford Town, Diss Town e Gorleston. Alla Norfolk Senior Cup, a differenza di altre competizioni locali, il Norwich City non partecipa.

Northamptonshire

bandiera provvisoria

Chiudiamo questa puntata con il Northamptonshire, contea centrale dell’Inghilterra (South Midlands), 24esima come area e 33esima come popolazione. La città principale nonchè county town è Northampton, altri centri sono invece Kettering e Corby su tutti. In passato la contea era famosa per le industrie di scarpe che, però, han chiuso nel corso degli anni e di quel passato ora non rimane che la sede centrale della Griggs & co. Ltd, ovvero l’azienda che produce le Dr.Martens. Ma una cosa del Northamptonshire la conoscete tutti: Silverstone, il circuito che ospita il Gran Premio del Regno Unito di Formula 1 e che è anche sede del team Force India; un altro team, quello Mercedes, ha invece sede a Brackley. La contea è parte del progetto di sviluppo della regione delle South Midlands (South Midlands Growth Area), insieme a Milton Keynes e al Bedfordshire, progetto che conta entro il 2020 di aumentare la popolazione di queste zone di pari passo coi posti di lavoro. Politicamente domina anche qui il partito conservatore.

Sixfields

L’unica squadra di Football League è il Northampton Town, una stagione in First Division e l’orgoglio di contea. Per il resto molte squadre, sparse nei livelli di non-league. Si parte col Brackley Town, Conference North, dove giocava anche il Corby Town fino alla passata stagione (ora in Southern League Premier). In Southern Div One Central gioca invece il Kettering Town, che si è salvata dal fallimento a Ottobre (per fortuna), squadra dal passato in Conference, insieme al Daventry Town. Le squadre del Northamptonshire, al livello 9, dominano invece la United Counties Premier. Qui troviamo Cogenham United, Desborough Town, Long Buckby, Northampton Sileby Rangers, AFC Rushden & Diamonds, l’erende del R&D dissolto nel 2011 (squadra che ho sempre detestato a Football Manager 2001, non chiedetemi perchè), Stewarts & Lloyds Corby, Wellingborough Town.

Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Sesta puntata

Isle of Wight

Sulla Isle of Wight andiamo volentieri anche se, ve lo preannunciamo, non ci sono molti club, anzi. Comunque, 46esima contea come popolazione, 46esima come superficie: in entrambi i casi, terz’ultima. L’isola entrò a far parte pienamente del Regno d’Inghilterra nel 1293, quando venne venduta dall’ultimo suo signore normanno a Edoardo I; prima era infatti solo un territorio sì nell’influenza inglese (il Lord of the Isle of Wight fu in fondo una creazione del neonato regno), ma con una sua autonomia. Geograficamente siamo di fronte all’Hampshire, separato dall’isola dal canale di Solent; storicamente anzi l’isola fece parte dell’Hampshire, almeno fino al 1890 quando ne venne amministrativamente separata, conservandone però in comune il Luogotenente del Regno. Questo non ne faceva una ceremonial county, e infatti lo diventò solamente nel 1974. Luogo di turismo (il paesaggio è meraviglioso), luogo di soggiorno per diversi “grandi” (Dickens, Marconi, la Regina Vittoria) luogo di fossili, uno dei maggiori per quanto riguarda i dinosauri in Europa, luogo del celeberrimo Festival del 1970, che rimane a oggi il più grande evento musicale della storia. Insomma, sull’Isola di Wight una tappa va fatta. E poi, “è per noi l’isola di chi canta hippi hippi pi” (questa citazione dei Dik Dik andava fatta).

Calcisticamente, invece, offre pochino. La squadra principale è il Newport, la county-town, che ha dominato in lungo e in largo le competizioni isolane (38 volte vincitore della locale Senior Gold Cup, oltre a 10 Hampshire Senior Cup) ma che attualmente milita al nono gradino della piramide, in Wessex Premier League. Un livello più in basso, e per l’occasione facciamo l’eccezione di scendere al livello 10, troviamo il Cowes Sports e l’East Cowes Victoria Athletic. Entrambe militano in Wessex League Division One. La locale Football Association è a sua volta affiliata a quella dell’Hampshire.

Kent

Il Kent, Cantium in latino, decima contea come superficie e sesta come popolazione è una delle contee più “nominate” d’Inghilterra, nel senso che bene o male tutti la conoscono. “The garden of England”, e questo spiega molto meglio di qualsiasi altra cosa una delle peculiarità di questa zona, la cui county-town è Maidstone. Altre due peculiarità? Le celeberrime scogliere di Dover, le bianche scogliere che chiunque giunga via mare in England non può che ammirare, e soprattutto Canterbury, la cui importanza risiede nel fatto di ospitare colui che, facendo le veci del sovrano, guida la Church of England ma che, anche prima dello scisma di Enrico VIII, era il centro della cristianità inglese essendo qui sorta la prima diocesi. Da qui si intuisce che il Kent ha nel turismo una fonte di ricchezza, tra le altre ovviamente (la vicinanza con la City riveste sempre la sua discreta importanza) che hanno rimpiazzato man mano quelle del passato, dall’agricoltura fino alle miniere; l’industria rimane un fattore nel nord della contea, in prossimità dell’estuario del Thames. Le 17 constituencies hanno tutte eletto MPs del partito Tory.

Ok tutto bello, contea famosa, popolosa, vicina a Londra….che esprime però una e una sola squadra professionista: il Gillingham, che peraltro fa ben poco per nascondere ciò. Un bacino d’utenza vergine per le squadre londinesi, in pratica. Le cose migliorano scendendo di categoria. In Conference Premier troviamo ad esempio il Dartford, e fino all’anno scorso anche l’Ebbsfleet United che però ora è sceso a far compagnia al Dover Athletic e al Tonbridge Angels. Al livello 7-8 le squadre giocano, come del resto tutte quelle del sud-est, in Isthmian League. Nella divisione Premier della lega troviamo il Maidstone United (che ha un notevole seguito per essere squadra di non-league, tra le prime in quanto a media spettatori) e il Margate; più sotto invece, e precisamente nella divisione South della Isthmian, Whitstable Town, Herne Bay, Hythe Town, Favesham Town, Folkestone Invicta, Ramsgate e Sittingbourne. Fa eccezione il Chatham Town, che gioca nella Isthmian North. Fino all’anno scorso il livello 9 era rappresentato dalla Kent Premier League, che da quest’anno si chiama Southern East Counties League (la Kent League rimane come decimo step). Qui troviamo Ashford United, Beckenham Town, Canterbury City, Corinthian FC (squadra fondata nel 1972 da un milionario per…far giocare i figli! Motorino? Macchinina? No papà, squadra di calcio), Deal Town, Holmesdale, Sevenoaks Town, Tunbridge Wells (visti a Wembley di recente, finale di FA Vase), Woodstock Sports. Salutiamo il Kent.

Lancashire

Così come ogni volta che vedete una rosa bianca dovete associarla allo Yorkshire e quindi agli York, ogni volta che vedete la rosa rossa sapete che si parla di Lancaster, e quindi di Lancashire; poi siccome questi avrebbero vinto la scaramuccia passata alla storia come “guerra delle due rose”, la rosa rossa la si associa all’Inghilterra più facilmente che quella bianca. Quisquiglie. Il Lancashire è la 17esima contea come superficie e l’ottava per popolazione, nonostante abbia perso negli anni alcune cittadine come Manchester e Liverpool, ed è la contea che ha partorito e cullato la rivoluzione industriale più di ogni altra; ancora oggi, in piena epoca post-industriale, il settore secondario rappresenta una buona parte dell’indotto. A proposito di indotto: il Ducato di Lancashire è uno dei due ducati reali ancora presenti, e il titolo spetta al sovrano (l’altro è il Ducato di Cornovaglia, titolo che spetta all’erede al trono Prince of Wales), che ne è quindi proprietario dei vari possedimenti che lo compongono e usufruisce dei relativi profitti (regolarmente tassati). Le città principali, situate quasi sullo stesso livello, sono da ovest verso est Blackpool, Preston, Blackburn, Burnley; Lancaster è invece una cittadina nel nord della contea, che, comunque, non ha perso i suoi contatti con Liverpool e Manchester.

Quello che abbiamo detto della rivoluzione industriale potremmo applicarlo al calcio: quattro fondatrici della Football League (cinque col Bolton, all’epoca Lancashire) provengono dalla contea, oltre che i primi campioni d’Inghilterra: Blackburn Rovers, Burnley, Preston North End e Accrington, che non esiste più ma che è ora rappresentato dall’Accrington Stanley. Lo stesso museo del football era a Preston, prima del trasferimento a Manchester (peccato, aggiungiamo). A queste aggiungiamo il Blackpool, che qualcosa da dire ce l’avrebbe pure, Fleetwood Town e Morecambe e completiamo così le squadre pro della contea. Scendendo in non-league, e saltando la Conference che non ha l’onore di ospitare squadre lancastrians, arriviamo in Northern Premier League Premier Division e qui troviamo Chorley (adoro il loro stemma, lo confesso), AFC Fylde, Skelmersdale. Un gradino più in basso, in Division One North, Bamber Bridge, Burscough, Clitheroe, Lancaster City, Padiham. Chiudiamo con la North West Counties Premier, livello 9. Qui competono AFC Blackpool (la squadra del “gabbiano urlante”, simbolo particolare anche questo), Bacup & Rossendale Borough, Barnoldswick Town, Colne, Squires Gate (altra squadra di Blackpool). La Lancashire F.A., che ospita ancora squadre non più geograficamente nella contea, organizza la solita Senior Cup, la cui ultima finale è stata…Manchester United-Manchester City.

Leicestershire

Leicestershire lalala Leicestershire lalala. Il coro è ancora nelle mie orecchie. A cantarlo tifosi del Leicester City, ma su questo torneremo più tardi. Contea media, sia come superficie (28esima) sia come popolazione (21esima), ha formalmente perso Leicester diventata amministrativamente indipendente, come in altri casi già incontrati. Classica contea delle Midlands: dolci colline, fiumi, ampi spazi aperti, terreno fertile per la nascita e lo sviluppo della caccia alla volpe, vecchio passatempo inglese per fortuna messo al bando, ma che ha lasciato alla contea in eredità il simbolo, la volpe, che ricorre anche nelle sue componenti sportive (cricket e calcio) ma non nella bandiera. Comunque, tutti voi conoscete almeno una cosa del Leicestershire: magari siete stati studenti estivi a Loughborough, ma soprattutto avrete sentito tutti parlare di Donington Park, circuito che ancora oggi vede in pista il motomondiale. Più difficile invece che abbiate una Triumph ma, nel caso, sappiate che la vostra è una moto di Hinckley, Leicestershire. Tra le persone famose nate nella contea, tra i vari Gary Lineker o la band dei Kasabian, tal Joseph Merrick, vissiuto nella seconda metà dell’ottocento e universalmente conosciuto come “The Elephant Man” il cui caso ha ispirato un famosissimo film.

Calcisticamente domina una squadra, il Leicester City, di cui ovviamente parleremo in altra sede come per tutte le altre squadre fin qui incontrate, qualora non l’avessimo ancora fatto. Poi saremmo dovuti scendere in Southern Premier, ma con estrema malinconia la squadra che avremmo incontrato, l’Hinckley United, è stata dissolta dall’High Court lo scorso ottobre. Passiamo quindi alla Northern Premier, dove incontriamo il Barwell in Premier division (livello 7) e, un gradino sotto (division South), Loughborough Dynamo e Coalville Town. Al livello 9 in United Counties Premier gioca l’Harborough Town, unica eccezione rispetto alla norma che vede le squadre del Leicestershire giocare in Midland Alliance. Qui vi troviamo Kirby Muxloe, Loughborough University, Heather St John’s, Shepshed Dynamo, Quorn FC, che col suo stemma che rappresenta una scena di caccia alla volpe chiude idealmente il nostro viaggio nel Leicestershire.

Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Quinta puntata

Greater Manchester

Contea nata con il Local Government Act del 1972 e istituita ufficialmente nel 1974, comprende dieci borghi metropolitani (Bolton, Bury, Oldham, Rochdale, Stockport, Tameside, Trafford, Wigan) e due città (Manchester e Salford), prima di quella data facenti parte per la stragrande maggioranza del Lancashire e in misura minore Cheshire e West Yorkshire; era conosciuta, questa zona, come SELNEC (South East Lancashire North East Cheshire) prima della creazione della contea. E’ la 39esima contea come superficie, ma la terza come popolazione che supera abbondantemente i 2 miliioni. La contea comprende alcuni dei maggiori centri industriali della storia inglese, prima fra tutte proprio Manchester che forse della rivoluzione è stata la capitale, specialmente nel settore tessile che fu uno dei settori chiave di quella trasformazione radicale del mondo. Qui non troviamo quei paesaggi che spesso abbiamo nominato, quelle verde colline inglesi: qui troviamo un paesaggio industriale in parte riconvertito dall’epoca post-industriale che viviamo, ed ecco che città come Manchester vedono sorgere edifici nati con usi ben diversi da quelli a cui sono stati destinati oggi. Nativi del Greater Manchester sono tra gli altri i fratelli Gallagher, l’ex PM David Lloyd-George, il “nostro” Simone Perrotta, il famosissimo cronista John Motson, calciatori come Stan Bowles, Nobby Stiles, Paul Scholes, i Neville, il tennista Fred Perry. La contea è divisa in 27 distretti elettorali, dove il Labour Party domina.

Calcisticamente questa è una delle zone più vincenti d’Inghilterra, visto che tra le squadre principali spicca quel Manchester United (QUI) che il Mondo ha imparato a conoscere, da Matt Busby fino a Alex Ferguson; ultimamente anche i cugini del Manchester City (QUI) hanno riassaporato la vittoria, ma considerarli come parvenue è ingiusto nei confronti di una squadra con una storia notevole. In Championship troviamo due squadre dal recentissimo passato in Premier: Bolton Wanderers e Wigan Athletic, e se i primi sono tra le squadre storiche del calcio inglese, i secondi sono venuti recentemente alla ribalta, ma quanto basta per mettere in bacheca una FA Cup. In League 1 al momento troviamo l’Oldham Athletic (uno dei club fondatori della Premier League), mentre in League 2 Bury e Rochdale. In Conference National c’è solo l’Hyde, protagonista di una scalata negli ultimi anni, dopo il crollo dello Stockport County, che dalla Football League si trova ora in Conference North a far compagnia ad Altrincham e Stalybridge Celtic. In Northern Premier League Premier Ashton United, Droylsden, Trafford e l’ormai celebre FC United of Manchester che abbiamo trattato QUI. Un gradino più sotto, nella Division One North della Northern Premier, Curzon Ashton, Mossley, Radcliffe Borough, Ramsbottom United, Salford City. Chiudiamo con il livello 9, che vede i club della contea disputare la North West Counties League Premier: Abbey Hey, Ashton Athletic, Atherton Laburnum Rovers, Maine Road (club che come si intuisce è fondato da tifosi del Manchester City), Stockport Sports, West Didsbury & Chorlton, Wigan Robin Park. La coppa di contea è la Manchester Senior Cup, vinta nelle ultime tre edizioni dal Manchester United riserve; ma i club disputano anche, oltre alla Manchester Premier Cup, le coppe di contea a cui appartenevano prima della creazione del Greater Manchester, ovvero Lancashire Senior Cup e Cheshire Senior Cup.

Greater London

Di Londra stiamo parlando abbondantemente con i nostri viaggi londinesi, con la mappa delle squadre etc. pertanto la saltiamo, ma non per ignorarla, ma perchè approfondiremo il discorso circa la Capitale – e non è detto che in futuro non si possa fare un lavoro simile con, ad esempio, Manchester

Hampshire

Torniamo a sud. Hampshire, la nona contea come superficie e quinta come popolazione. Lla county town è Winchester, nome che forse non evocherà nulla ma che è stata l’unica altra capitale d’Inghilterra oltre a Londra, durante il primo periodo dopo la conquista normanna. Storia, dunque. A proposito di storia, il nome deriva da Hamtunscir: Hamtun altro non era che l’attuale Southampton, ed ecco introdotta una delle principali città della contea; l’altra, come saprete, è Portsmouth. La contea vive in un relativo benessere economico: il livello di occupazione nelle città di Southampton e Portsmouth è tra i più alti del Regno, e a livello di contea i numeri dicono più o meno lo stesso. L’industria è prevalentemente hi-tech, mentre il settore pubblico assorbe il 25% degli occupati. Da non sottovalutare poi l’importanza delle due città principali come porti: Southampton commerciale, Portsmouth militare (uno dei principa li della Royal Navy). Da Southampton poi, come tutti ben sanno, salpò il Titanic, ma questa è altra storia. Tra i nativi della contea Re Enrico III (nato a Winchester, of course), la famosa scrittrice Jane Austen e Benny Hill, che tutti ricorderanno nel suo show di humour molto british. L’Hampshire è suddiviso in 18 constituencies che, come spesso accade nel sud, sono dominate da Tory e LibDem.

Calcisticamente una rivalità fortissima separa Southampton e Portsmouth, solo che al momento le due squadre sono separate anche dall’opposto destino: la prima è tornata in Premier e sta mostrando un ottimo calcio, la seconda è sprofondata a causa dei guai finanziari in League Two addirittura. Sono gli unici due league-club della contea, visto che l’Aldershot Town è retrocesso l’ultima stagione e si trova ora in Conference Premier. Più nutrita la pattuglia in Conference South: il rinnovato Farnborough, l’Eastleigh, il Basingstoke Town, l’Havant & Waterlooville e da quest’anno il Gosport Borough, promosso dalla Southern Premier tramite playoffs. Southern Premier League che come squadre della contea ospita l’AFC Totton e il Bashley FC, entrambe accumunate da…il cervo presente nel simbolo. Al livello 8 invece una sola squadra: il Fleet Town, che gioca in Southern League Div. One South&West. Sono invece moltissime le squadre al livello 9, la maggior parte delle quali si trova in Wessex League Premier: Alresford Town, Fawley, Fareham Town, Brockenhurst (il cui stemma consiste in un semplice tasso, senza sigle o altro), Blackfield & Langley, gli attuali campioni della WL (non promossi in quanto non han fatto richiesta), Folland Sports (club fondato da lavoratori della ditta aeronautica Folland di Hamble-le-Rice), Winchester City, Totton & Eling, AFC Portchester, Sholing, Romsey Town, Moneyfields (squadra di Portsmouth), Lymington Town, Horndean. Quattordici squadre, praticamente più di metà campionato. Le altre tre squadre del livello 9 giocano invece in Combined Counties Premier, e sono Alton Town, Cove e Hartley Wintney. Il torneo di contea è l’Hampshire Senior Cup, vinta nell’ultima edizione dall’Alresford Town.

Herefordshire

Rieccoci in una di quelle contee spesso dimenticate. L’Herefordshire, 26esima come area ma 45esima come popolazione, una delle contee più piccole da questo punto di vista. Separata da Worcester nel 1998, la contea ha preso anche lo status di ceremonial county con il Lieutenant Act del 1997. Per cui eccola qui, e trovare qualcosa da dire in breve su una contea con meno abitanti di Portsmouth è difficile. La città principale è Hereford, 58mila anime, ma è anche l’unica città: il resto della contea è fatto di piccoli paesi da 10mila abitanti nelle migliori delle ipotesi. Disoccupazione altina (10%), industrie private pochine, il maggior impiego lo si trova nel servizi pubblici e in quel che rimane dell’agricoltura. E qui entra in gioco il vero orgoglio di contea: la razza bovina Hereford. La si trova ovunque: dalla bandiera di contea (vedere a lato) fino al simbolo della squadra principale, l’Hereford Town, che ne ha usato per anni un esemplare come mascotte a bordo campo (si tratta di una razza docile e mansueta, come si conviene a una tranquilla contea come questa). La contea è suddivisa in due soli distretti elettorali, entrambi dominati da conservatori e liberali: il Labour è staccatissimo, più vicino allo United Kingdom Indipendent Party che agli altri due partiti maggiori.

Abbiamo già introdotto l’Hereford Town, attualmente in Conference Premier ma con un passato di Football League (negli anni ’70 arrivò anche in seconda serie). L’unica altra squadra nei primi nove livelli è il Westfields, che gioca in Midland Alliance e anch’essa ha sede nella città di Hereford. Il Westfields è anche la squadra che si è aggiudicata le ultime due edizioni della Herefordshire Senior Cup.

Hertfordshire

Chiudiamo questa puntata con una contea subito a nord di Londra. 36esima come superficie, 13esima come popolazione, l’Hertfordshire ha visto crescere la sua popolazione in stretto rapporto con la capitale, come altre contee già viste. Le città principali sono Watford, Stevenage, St Albans, Hemel Hempstead. A Borehamwood hanno sede invece studi cinematografici e televisivi, gli Elstree Film Studios: qui sono stati girati film famosissimi come i primi tre Star Wars (episodi IV, V, VI), ed era di casa un tale Staley Kubrick; per quanto riguarda la TV vengono qui registrati programmi come il Grande Fratello, Chi vuol essere milionario?, e la famosa (in UK) soap East Enders. Per il resto dominano industria e soprattutto servizi. La contea è anche situata in una posizione strategica dal punto di vista dei collegamenti stradali e ferroviari, in quanto le strade che da Londra partono verso nord devono attraversare gioco forza l’Hertfordshire. Nativi della contea sono il cantante dei Duran Duran Simon Le Bon, calciatori come Gareth Southgate e Jack Wilshere, l’arbitro Graham Poll, il pilota Lewis Hamilton. La contea è divisa in undici constituencies e anche qui i Tories la fanno da padroni.

Nel calcio, la squadra principale è il Watford, che ha conosciuto la Premier League in anni recenti e l’ha sfiorata l’anno scorso. Interessante è invece il caso dello Stevenage, che ha scalato la piramide negli ultimi anni (ma potremmo dire negli ultimi vent’anni) giungendo in League One, e facendo incetta di trofei (due FA Trophy e una Herts Senior Cup sul finire del 2000). Scendendo fino al livello 6, in Conference South troviamo Bishop’s Stortford e Boreham Wood, rigorosamente staccato a differenza della città (che però anch’essa aveva il nome staccato). Un livello più in basso Hitchin Town, St Albans City e Hemel Hempstead Town (nickname: The Tudors! Si narra che Enrico VIII visse qui con Anna Bolena), tutte e tre in Southern Premier League. Al livello 8 le cose si complicano, visto che le squadre si dividono tra Southern League e Isthmian League. Nella prima troviamo Potters Bar Town e Royston Town (Division One Central), in Isthmian Division One North Ware e Cheshunt. Concludiamo con il livello 9. Qui principalmente le squadre giocano in Spartan South Midlands Premier, con alcune eccezioni. In SSM Premier Hoddesdon, Leverstock Green (club di Hemel Hempstead), Oxhey Jets, St Margaretsbury, Tring Athletic (ne abbiamo parlato QUI), Hatfield Town, Hertford Town, Berkhamsted, Colney Heath, Harefield United. Le eccezioni sono invece Sawbridgeworth Town e l’FC Romania (club le cui origini sono evidenti, fondato da immigrati rumeni): queste due squadre giocano in Essex Senior League.

Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Quarta puntata

East Riding of Yorkshire

Conosciuto anche più semplicemente come East Yorkshire, siamo nell’est dell’Inghilterra tendente al nord: insomma, sopra al Lincolnshire, a cui è connessa tramite l’Humber Bridge. 23esima come superficie e 37esima come popolazione (590.000), la contea è caratterizzata dall’alternanza tra le colline del Yorkshire Wolds e le pianure di Holderness e Vale of York. Contea prevalentemente agricola, mantiene tuttoggi un caratteristico aspetto rurale e uno sviluppo urbano limitato, che ne fanno però posto ideale per lo sviluppo di energie rinnovabili, specie il vento. Tra le città la principale è Kingston-upon-Hull (o, più semplicemente, Hull), che possiede anche l’unica università dell’intera contea, anche se, a Bishop Burton, è presente un college agricolo, che testimonia bene il rapporto con la terra che esiste da queste parti. I luoghi d’interesse sono soprattutto paesaggistici, i caratteristichi paesaggi rurali inglesi fino alle coste che si affacciano sul mare del nord. La contea (compresa Hull, che è unitary authority) è suddivisa in sei costituencies, tre in mano ai Tories (quelle rurali) e tre al Labour (quelle della città di Hull).

Nel calcio la fa da padrone l’Hull City che, da questa stagione, è tornato in Premier League: non si tratta di un club dalla grande tradizione e, fino al suo approdo nella massima serie nel 2008, risultava essere il club della città più popolosa a non aver mai conosciuto la massima divisione (ora il primato spetta al Plymouth Argyle). Oltre ai Tigers, nei primi nove livelli della piramide troviamo solo tre squadre. La prima è il North Ferriby United, fresco vincitore della Northern Premier Premier League e che quindi da quest’anno gioca in Conference North (livello 6). Al livello 8, in Northern Premier Div.One South gioca invece il Goole AFC, squadre dell’omonima cittadina portuale posta alla confluenza dei fiumi Don e Ouse. Infine, in Northern Counties East Premier, troviamo il Bridlington Town, squadra che può vantare in bacheca un FA Vase vinto nel 1993. I club sono affiliati alla East Riding FA.

East Sussex

Torniamo nel sud del Paese. East Sussex, la parte orientale della storica contea del Sussex (l’antico Regno dei Sassoni del Sud) che ora è suddivisa in East and West. 33esima come area, 28esima come popolazione. La città principale è Brighton & Hove, la county town è Lewes (Brighton è unitary authority), tra le altre città vale la pena ricordare Hastings. Perchè? Perchè qui il 14 Ottobre 1066 venne combattuta la battaglia chiave nella storia dell’Inghilterra, quella che mise fine al dominio anglosassone e spalancò le porte ai Normanni di Guglielmo il Conquistatore. Basterebbe questo per sancire l’importanza storica dell’East Sussex e del Sussex in generale, dove i reperti archeologici e le testimonianze storiche abbondano: lo stesso campo di battaglia è uno dei siti maggiormente visitati. Ci sono anche le escursioni a piedi e in bicicletta, ma ormai abbiamo imparato che il paesaggio in molte contee inglesi la fa da padrone. Come in altre parti del sud qui domina il Partito Conservatore, con i LibDem come principali avversari negli 8 distretti elettorali della contea anche se, a Brighton, nel 2010 hanno eletto il primo parlamentare appartenente al Green Party, il partito ambientalista.

Nel calcio la squadra principale è il Brighton & Hove Albion, tornato in Championship e negli ultimi anni in cerca di un posto al sole della Premier. AmEx Stadium è uno dei pochi casi in cui il nuovo impianto ha portato reali benefici, visto che gli spettatori medi a partita sono cresciuti esponenzialmente. In Conference South troviamo l’Eastbourne Borough e, da quest’anno, il Whitehawk, il cui tentativo di cambiare nome in Brighton City è stato per ora messo da parte. La squadra della county town, il Lewes, gioca al livello 7 in Isthmian Premier. Dall’Isthmian Premier è invece retrocesso in Division One l’Hastings United (ne abbiamo parlato QUI), che ha raggiunto l’Eastbourne Town e il neopromosso Peacehaven & Telscombe. Al livello 9 le squadre giocano nella Sussex County League Division One (copre anche i livelli 10 e 11 con le division two e three): qui troviamo Newhaven, Ringmer, Rye United, Sidley United, Crowborough Athletic e Hailsham Town. Le squadre appartengono alla Sussex FA. Il trofeo principale, la Sussex Senior Challenge Cup, si disputa tre le squadre dell’East e del West Sussex: i campioni in carica sono i Seagulls, ovvero il Brighton & Hove Albion.

Essex

L’Essex, il regno dei sassoni dell’est, come dice la parola stessa si trova nell’est (sud est) del Paese, a oriente della Capitale, sopra il Kent e sotto Suffolk e Cambridgeshire. 11esima contea come superficie, 7ima come popolazione. La county town è Chelmsford, ma le città principali sono Colchester, Southend-on-Sea, Thurrock: le ultime due dal 1998 costituiscono autorità unitarie, ovvero amministrativamente non fanno parte della contea. L’industria è sviluppa nella zona sud-est dell’Essex, mentre il resto è prevalentemente agricolo. Anche i porti rivestono la loro importanza: quello di Tilbury, ad esempio, è uno dei tre maggiori dell’Inghilterra. Va comunque detto che, data la vicinanza con Londra, la zona occidentale della contea subisce l’influenza della metropoli: amministrativamente parlando, molte zone dell’attuale Greater London facevano un tempo parte dell’Essex. E sempre riguardo la capitale, uno degli aeroporti che la serve, Stansted, è situato proprio nella contea. L’Essex è suddiviso in 18 distretti elettorali (più una contea è popolosa, più distretti ha, in quanto questi vengono stabiliti in base alla popolazione – uno ogni 60.000/70.000 abitanti), tutti, a parte uno, in mano ai Tories.

Nel calcio c’è l’abbondanza della scelta in quanto a squadre. Attualmente la principale della contea è il Colchester United, che gioca in League 1; un livello più in basso troviamo invece il Southend United il cui stadio, Roots Hall, rimane tra i preferiti di chi vi scrive. Scendendo in Conference Premier incontriamo il Braintree Town, mentre in Conference South il Chelmsford City e, da questa stagione, il Concord Rangers (QUI), squadra di Canvey Island. E rimanendo nella cittadina, l’altra squadra il Canvey Island è in Isthmian Premier (livello 7, terzo per quanto riguarda la non-league), dove troviamo anche Billericay Town e East Thurrock United e, da quest’anno, il Grays Athletic fresco vincitore della Isthmian North. E proprio in questo campionato troviamo ben dieci squadre provenienti dall’Essex: Thurrock (retrocesso nell’ultima stagione), Harlow Town, Heybridge Swifts, Maldon & Tiptree, Witham Town, Tilbury, Waltham Abbey, Burnham Ramblers, Brentwood Town, Aveley. Al livello 9 le cose aumentano se possibile di dimensioni, visto che a tale livello l’Essex ha una lega che porta il suo nome: l’Essex Senior League. Qui vi giocano Basildon United, Bowers & Pitsea, Eton Manor, Great Wakering Rovers, Hullbridge Sports, Southend Manor, Stansted, Takeley, Wivenhoe Town; sempre al livello 9, ma in Eastern Counties Premier, troviamo infine Brightlingsea Regent, FC Clacton e Stanway Rovers. Sarà il caso di fare un approfondimento futuro sull’Essex.

Gloucestershire

Sedicesima come superficie, venticinquesima come popolazione, il Gloucestershire è una di quelle contee al confine col Galles di cui si conosce poco, anche se nel 2007 ne abbiamo sentito parlare per l’alluvione che colpì anche questa contea e che portò la RAF a operare quella che rimane la sua missione più impegnativa in tempo di pace. O, per chi fosse appassionato di suini (immaginiamo ce ne siano, che c’è di strano!), da queste parti proviene la Gloucester Old Spot, una razza di maiali caratterizzata dalle chiazze nere cutanee. Alluvioni, maiali….il Gloucestershire non è solo questo, però, e come tutte le contee inglesi vale la pena di visitarlo, magari appoggiandovi a un sito come Explore Gloucestershire. L’unica città della contea è quella che le dà il nome, ovverosia Gloucester: le altre sono tutte classificate come town, da Cheltenham a Nailsworth a Cirencester. Va detto anche che il Gloucestershire è una contea che, essendone a ridosso, si appoggia specie nella sua parte meridionale su Bristol, la città principale della zona. La contea è suddivisa in sei constituencies, cinque in mano ai Tories e una ai Liberal Democratici: rispetto alle precedenti elezioni, nel 2010 si ebbe qui uno dei maggiori stravolgimenti, visto che in precedenza il Partito Laburista deteneva tre seggi, ma i conservatori solo uno.

L’unica squadra di Football League della contea è il Cheltenham Town (League Two), un FA Trophy in bacheca. In Conference Premier troviamo invece il Forest Green Rovers, e qui la particolarità sta nel fatto che la cittadina che rappresenta, Nailsworth, conta appena 6.600 abitanti, per gli standard inglesi veramente una piccola realtà che però esprime quella che è al momento la squadra con più anni consecutivi al livello 5 della piramide inglese. Un gradino più in basso ecco la squadra della città principale, il Gloucester City, attualmente “in esilio” a Cheltenham in attesa del nuovo stadio, che speriamo si faccia dopo che Meadow Park è stato pesantemente coinvolto nell’alluvione già ricordata del 2007. Nessuna squadra in Southern Premier, parecchie invece in Southern League South & West, nello specifico: Yate Town, Shortwood United (altra squadra di Nailsworth), Mangotsfield United, Cirencester Town, Cinderfort Town, Bishop’s Cleeve. Le squadre del livello 9 son divise in due leghe, la Western League e la Hellenic League; nella prima troviamo Bitton AFC, Cadbury Heath e Hallen AFC (entrambe al confine tra la contea e Bristol), Slimbridge, Winterbourne Utd. In Hellenic League invece Brimscombe & Thrupp e Cheltenham Saraces. La Gloucestershire FA, che comprende anche alcune squadre di Bristol, organizza la Senior Cup (a cui Bristol City e Rovers partecipano con le riserve), il cui vincitore più recente è il Mangotsfield Utd.

Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Terza puntata

Nuova puntata del nostro viaggio tra le contee inglesi. Oggi andremo da nord a sud, attraversando anche una contea nel cuore dell’Inghilterra.

Cumbria

Il nord-ovest estremo dell’Inghilterra è occupato da una contea: il Cumbria. 41esima per popolazione, dunque tra le più piccole (500.000 abitanti), 26esima per superficie, è una contea recente, essendo stata istutuita nel 1974 con l’unione di Cumberland e Westmorland. Tra le città principali Carlisle, la county town, Barrow-in-Furness, Workington. Qui la vicinanza della Scozia si sente, e si vede: cominciano a notarsi i primi rilievi montuosi, tant’è che il punto più alto d’Inghilterra, Scafell Pike, si trova proprio in queste zone (978 metri, 3209 piedi), così come i laghi, tra cui Windermere, il più grande lago naturale inglese. Proprio il distretto dei laghi è l’attrazione principale del Cumbria, ma in generale il turismo (l’avreste mai detto?) la fa da padrone (paesaggi naturali e castelli, perlopiù). Il Cumbria ha dato al mondo uno dei re della risata: Stan Laurel, il mitico Stanlio, è nativo di Ulverston, che all’epoca faceva parte del Lancashire ma che ora si trova proprio nel Cumbria. Un altro famoso figlio del Cumbria era il chimico John Dalton, nativo di Eaglesfield, che tra le altre cose ha dato il nome al difetto visivo di cui egli stesso soffriva. La contea è divisa in sei distretti elettorali, al momento 3 Labour, 2 conservatori e 1 LibDem. Ah, se passate da Workington date un’occhiata al “Uppies and Downies”, una sorta di calcio medievale tipico della città.

Nel calcio è la squadra della città principale della contea quella ad essere più in alto: il Carlisle United (QUI la storia) è attualmente in League 1, ma ha un passato anche nella massima serie (una stagione). Scendendo più in basso troviamo il Barrow AFC (di Barrow-in-Furness) e il Workington, entrambe in Conference North; il Workington è famoso anche per essere stato allenato, nel 1954/55, da Bill Shankly, il Barrow ha in bacheca due FA Trophy. Non male, ed entrambe hanno un passato in Football League. Più in basso (livello 8, Northern Premier Div. One) il Kendal Town, appena retrocesso dal livello più alto (la Northern Premier Premier). Poi…basta. Nei primi 9 livelli della piramide sono queste le squadre del Cumbria, una contea d’altronde poco popolosa e con poche concentrazioni di paesi. Le squadre fanno parte della Cumberland FA, che ha mantenuto la vecchia denominazione; la Senior Cup è il torneo principale, e l’ultima edizione è andata al Carlisle United.

Derbyshire

Ci spostiamo più a sud, in piene East Midlands. Il Derbyshire è la 20esima contea per popolazione (circa 1.000.000 di abitanti) e la ventunesima come superficie: una contea “di mezzo”, anche geograficamente. A nord i Pennini lambiscono la contea, che contiene anche parte della National Forest, tentativo di rimboschimento del suolo nazionale che si estende su tre contee (oltre al Derbyshire, Leicestershire e Staffordshire); fa parte della contea anche il Peak District, parco nazionale, il primo nella storia del Regno Unito, 1951. La città principale è ovviamente Derby, che pur essendo ora un’autorità unitaria rimane formalmente parte della contea a cui dà il nome. Contea che deve molto del suo sviluppo alla rivoluzione industriale, specie per i giacimenti minerari del sottosuolo che fecero da traino per lo sviluppo di tutta l’industria: oggi parte della valle del Derwent è patrimonio mondiale dell’umanità. L’industria è rimasta da queste parti con alcune importanti realtà, prima fra tutte la Rolls Royce (motori aeronautici). La contea è divisa in undici distretti elettorali, 6 conservatori e 5 laburisti al momento.

Se nel Cumbria le squadre scarseggiano, altrettanto non si può dire per il Derbyshire. La squadra principale è ovviamente il Derby County (Championship), due titoli inglesi in bacheca e una storia che abbiamo raccontato QUI. In League Two troviamo invece il Chesterfield, vincitore due anni fa del Football League Trophy. Scendendo di una categoria in Conference National ecco l’Alfreton Town, da Alfreton, distretto di Amber Valley. In Northern Premier Premier Division (livello 7) troviamo il Buxton, distretto di High Peak: il suo stadio, The Silverlands, è il più alto d’Inghilterra (1.000 piedi sul livello del mare); nella stessa categoria giocano il Matlock Town (vincitore di un FA Trophy, nel 1975) e l’Ilkeston FC. Al livello 8 quattro squadre: in Northern Premier Division One North il New Mills AFC, mentre in South il Mickleover Sports, che ha sede nell’omonimo quartiere di Derby, il Belper Town e il Gresley FC. In realtà in South troviamo anche lo Sheffield FC (QUI), la squadra più antica del Mondo, che gioca attualmente a Dronfield, Derbyshire. Per finire, al livello 9, Glossop North End, squadra dal grande passato che li ha visti protagonisti anche in massima serie (1900), in North West Counties Premier; in Northern Counties East, invece, Heanor Town e Staveley Miners Welfare: la seconda denota la presenza delle miniere in passato (le Miners Welfare, associazioni di minatori, fondarono diverse squadre e nel Derbyshire ne troviamo tre con tale denominazione). LA Derbyshire FA organizza la Senior Cup, vinta nell’ultima edizione dall’Ilkeston.

Devon

Torniamo a sud, nel Devon, appena prima della Cornovaglia nella Penisola sud-occidentale dell’Inghilterra. Undicesima contea in quanto a popolazione, quarta come area, la county town è Exeter; tra le altre città principali Plymouth e Torbay, che è però l’unione di tre città, Torquay, Paignton e Brixham. L’attrazione principale, da queste parti, è il paesaggio, e quindi il turismo: situazione simile alla Cornovaglia. Due siti patrimonio mondiale dell’umanità, la Jurassic Coast e la zona mineraria del West Devon, e in generale paesaggi mozzafiato. La contea è però indissolubilmente legata al mare: da Plymouth, nel 1620, salparono alla volta del Nuovo Mondo i padri pellegrini: la nave era la Mayflower e il risultato è il viaggio più famoso per quelli che saranno gli Stati Uniti d’America. Ma originari del Devon sono anche marinai, pirati, avventurieri, eroi nazionali del mare. Qualche nome? Sir Francis Drake, Sir Walter Raleigh, o il pirata Henry Every, nativo di Plymouth, o Robert Falcon Scott, colui che ingaggiò con Amundsen la corsa al Polo Sud. Nativo del Devon anche il poeta Samuel Taylor Coleridge, il cantante dei Coldplay Chris Martin, la scrittrice Agatha Christie. Il Devon è diviso in 12 distretti elettorali, 8 conservatori, 2 laburisti e 2 LibDem. La bandiera è chiamata St Petroc’s flag.

Le tre squadre principali del Devon (Jacopo ce ne ha parlato QUI) giocano attualmente tutte in League Two: Plymouth Argyle, Exeter City, Torquay United. La rivalità è ovviamente molto forte, specie ora che si trovano tutte nello stesso campionato. Per trovare un’altra squadra bisogna scendere al livello 7, in Southern League Premier, dove gioca il Bideford AFC. Una categoria più in basso, in Southern League South & West, il Tiverton Town, vincitore di due FA Vase consecutivi tra il 1998 e il 1999. Infine al livello 9, in Western League Premier, Willand Rovers, Buckland Athletic e Ilfracombe Town. Le più tante squadre della contea giocano in South West Peninsula al livello 10. La Devon County FA organizza la Senior Cup come torneo principale: i campioni in carica sono attualmente quelli del Tiverton Town.

Dorset

Chiudiamo sempre a sud, nel Dorset, 20esima contea come area e 31esima come popolazione. Una contea prevalentemente rurale, i cui principali insediamenti urbani si trovano nel sud-est, dove spicca la città di Bournemouth; tra le altre città Dorchester, la county town, e Weymouth. Anche in questo caso l’economia si appoggia principalmente sul turismo, che ha sostituito l’agricoltura come fonte principale di reddito della contea: paesaggi, coste, spiagge. Forte è anche la presenza militare, e la presenza dell’industria BAE ne è una testimonianza. Mancano anche personaggi famosi nati in queste zone: il più famoso è Thomas Hardy, poeta, che del Dorset parlerà spesso, riferendosi alla sua contea natale come Wessex: Wessex era infatti il nome del Regno anglosassone che sorgeva dove ora sorge la moderna contea. Il Dorset è suddiviso in otto “constituencies”, dove domina il Partito Conservatore, che detiene il seggio in sette di esse (l’altra è in mano ai LibDem).

La squadra principale della contea è l’AFC Bournemouth, che da quest’anno gioca in Championship dopo la promozione ottenuta la stagione scorsa. Dal livello 2 dobbiamo scendere al livello 6 per trovare la squadra successiva: il Dorchester Town, la squadra della county town, che gioca in Conference South. Più in basso troviamo il Weymouth, dal – recente – passato in Conference, e il Poole Town, fresco di promozione: entrambe giocano in Southern League Premier. Un livello più in basso il Wimborne Town, in Southern league South & West, vincitori dell’FA Vase nel 1992. Chiudiamo infine con il livello 9. Qui le squadre del Dorset si dividono in due campionati: la Western League e la Wessex League. Nella prima lega troviamo Bridport FC, Gillingham Town, Sherborne Town: quest’ultima neopromossa in Western League Premier. In Wessex League invece le restanti squadre: Bournemouth FC, Christchurch FC, Hamworthy United, Verwood Town. Come altre federazioni locali, la Dorset FA organizza la Senior Cup come torneo principale di contea: l’edizione più recente è stata vinta dal Poole Town.