La storia dei club: Fleetwood Town

0,,10794~10971571,00Fleetwood Town Football Club
Anno di fondazione: 1908
Nickname: the Fishermen
Stadio: Highbury, Fleetwood
Capacità: 5.327

Risvegliarsi un giorno e ritrovarsi, quasi senza rendersene conto, in League 1. Certo, alle promozioni ultimamente, da queste parti, si erano abituati, ma per un club che ha attraversato diverse ri-fondazioni e che giocò in passato anche in North West Counties Football League ritrovarsi di fronte Coventry City, Bristol City e compagnia deve essere una sensazione piacevole.

Fleetwood, Lancashire. 25 abitanti nel distretto del Wyre, universalmente famosa (ok ok, il sottoscritto le adora) per le caramelle Fisherman’s Friends da quando un giorno del 1865 James Lofthouse, farmacista della città, alla richiesta di aiuto fattagli da un gruppo di pescatori dalla gola arrossata rispose con uno sciroppo di sua invenzione, poi tramutato in caramelle che su un peschereccio risultavano essere più comode di uno sciroppo. Già, pescatori. Il soprannome della squadra è Fishermen, i pescatori appunto, e questo già dice tutto. Fino al declino recente, qui tutto ruotava intorno alla pesca, con il paesaggio caratteristico fatto di fari e pescherecci, moli e gabbiani. In questo contesto nel 1908 venne fondato il Fleetwood FC, progenitore della squadra attuale. Una piccola realtà di provincia, che tuttavia seppe farsi notare vincendo la Lancashire Combination nel 1929 e la relativa coppa di lega nel 1932, 1933 e 1934, lanciando nel grande calcio un giovane portiere di nome Frank Swift, il quale diventerà titolare della porta dei Leoni d’Inghilterra nel periodo bellico e nel triennio immediatamente successivo.

areial-viewGli highlights della storia del Fleetwood originario finiscono sostanzialmente qui. Nel 1968, dopo sessanta lunghi anni come membro della Lancashire Combination, il club diventa co-fondatore della Northern Premier League, una delle tante leghe al di sotto della Division Four della Football League. I successi, però, stentano ad arrivare, e dopo due ultimi posti il club dichiarò infine fallimento nel 1976. Venne rifondato con il nome Fleetwood Town Football Club l’anno seguente, e contestualmente iscritto alla Cheshire League, dove rimase fino al 1982 quando la creazione della North West Counties League aprì una porticina ai pescatori di Fleetwood, i quali trovarono posto nella division two della lega. Gli anni ’80 videro il Fleetwood conquistare la promozione nella division one della NWCL (1984), giungere in finale dell’FA Vase nel 1985 (sconfitti a Wembley dall’Halesowen Town), divenire membri fondatori della division two della Northern Premier League nel 1987 e conquistare la promozione al primo tentativo, nel 1988. L’esperienza nella massima serie della Northern Premier League durò otto stagioni, fino a quando, nel 1996, il club fu nuovamente costretto a dichiarare il fallimento.

Nuovamente ri-fondato come Fleetwood Wanderers, venne ovviamente retrocesso di diverse categorie, fino alla Division One della North West Counties. Cambio del nome quasi immediato in Fleetwood Freeport a causa di uno sponsor, fortuna vuole che dopo tre anni si tornò alla denominazione di Town. Nel mezzo, la promozione nella massima serie della NWC nel 1999: l’inizio di una lunga scalata. Le tappe principali. Vittoria della NWC Premier, 2005; promozione Northern Premier League First Division, 2006; vittoria della NPL Challenge Cup, 2007; vittoria della NPL Premier, 2008. Nel giro di pochissimi anni fu Conference North, e poi Conference Premier perchè nel 2010, tramite playoffs, arrivò anche la conquista del quinto livello della piramide. Un’annata particolare, perchè l’esclusione del Fairsley Celtic causò l’assegnazione della vittoria automatica a chiunque avesse giocato contro di loro. Tre punti per tutti, anche per il Southport che si trovò così a condurre il campionato di un punto sul Fleetwood. Respinto il ricorso dei Fishermen, rimanevano i playoff, che ebbero però esito positivo, con il 2-1 all’Alfreton Town in finale.

The-sun-sets-at-Highbury--007Il 2011/2012, con i goal di Jamie Vardy e una striscia di 39 partite da imbattuti, fu l’annata della promozione in Football League, conquistata con due giornate di anticipo. Un sogno per i pescatori del Lancashire, che ad Highbury (un bel nome per uno stadio, non c’è che dire: è la casa dei rossi del Lancs dal 1934) avrebbero iniziato ad ospitare club di un certo prestigio. Ma potevano fermarsi lì? Ovviamente no. Dopo una stagione di assestamento, il 2013/2014 si è concluso con la promozione, tramite playoffs, in League One, a due passi dal massimo livello possibile. Senza più Micky Mellon in panchina (l’artefice della conquista della Football League), ma con Graham Alexander, i Fishermen daranno nuovamente battaglia, anche in League One. Quel che è certo è che quando si assiste a queste improvvise scalate, qualcosa c’è. Nell’organizzazione societaria, nell’ambiente, forse nell’aria che si respira. Aria di mare, che ha forgiato miti e pescatori. Gente dalla scorza dura. Comunque vada, il Fleetwood Town lotterà, potete starne certi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...