Non-league football: Maidstone United

Altra tappa di non-league, andiamo con Marco a Maidstone, la county-town del Kent e uno dei pubblici più numerosi di non-league. Club che fallì nel 1992 ma che nello stesso anno rinacque come Maidstone Invicta prima di riprendere la denominazione originale.

Maidstone United Football Club
Anno di fondazione: 1897 (rifondato 1992)
Nickname: the Stones
Stadio: Gallagher Stadium
Capacità: 2.226

Il club “originale” venne fondato nel 1897, e prenderà partite negli anni a vari campionati della Non League, tra cui Corinthian, Athenian e Isthmian League. Nella stagione 1971/72 entrò però nella Southern League, il maggior campionato semi-professionista del sud dell’Inghilterra. La prima stagione fu conclusa alla grande con un terzo posto, mancando di poco la promozione finendo alle spalle di Waterloovile e Ramsgate. Gli spettatori aumentarono, toccando le 2,000 unità in occasione dei derbies contro il Tonbridge e il Gravesend & Northfleet. Nella successiva stagione il Maidstone finì al primo posto e fu promossa nella Southern League Premier Division. La squadra si stava regalando ottime soddisfazioni e nei successivi sei anni chiuse la stagione per ben cinque volte nelle prime quattro. Nel 1979 gli Stones furono tra i fondatori della Alliance Premier League (ora Conference) e vinsero il campionato due volte, nel 1984 e 1989. Nel 1988 lo Stones vendette il proprio stadio alla MFI (una catena di mobili) in quanto lo stadio non era a norma per la Football League appena conquistata; dovette perciò andare a giocare a Dartford. Questo portò a un inevitabile calo di presenze: si passò dalle 2,400 alle 1,400 presenze. Alla prima stagione in Fourth Division (nel 1984 era ancora in vigore il sistema dell’elezione in FL, cosa che sbarrò la strada agli Stones, mentre nel 1989 erano già state introdotte le promozione e retrocessioni automatiche), il Maidstone inizio’ con un avvio incerto, ma riuscì a raggiungere i play-off. In semifinale trovò il Cambridge United (che poi vinse quei playoff) e fu un match al cardiopalma, vinto dal Cambridge solo ai supplementari, grazie a due reti di Dion Dublin. La loro forma nella successiva stagione passò da ottima a scarsa, e portò all’esonero del Manager Keith Peacock.

Il club stava perdendo un sacco di soldi era sul rischio della bancarotta. Aveva speso molti soldi con la Football League e continuava a spendere soldi. Pochissime entrate arrivavano dalla vendita dei biglietti, e nonostante un grosso debito, il club comprò per £ 400,000 un terreno a Maidstone per costruire un nuovo stadio. Il club pensava che con un terreno di gioco a Maidstone si sarebbe riusciti a continuare a stare nella Football League, ma la licenza edile per costruire non fu concessa dal comune e questo fece precipitare la situazione. L’intera squadra fu messa in vendita con l’obiettivo di fare cassa. Durante la stagione 1991/92 il club stesso fu messo in vendita. Ma con un grosso debito, senza stadio ed una squadra impoverita, era ben difficile trovare un compratore. Solo un consorzio del Nord/Est era interessato, ma voleva spostare il club nel Tyneside e fonderlo al Newcastle Blue Star FC. A livello calcistico, Graham Carr fu esonerato dopo poche giornate dall’inizio della stagione 1991/92, per scarsi risultati, la squadra fu presa in mano dal suo assistente Bill Williams, il quale riuscì pian piano verso fine anno a portare gli Stones in una zona piu’ tranquilla, anche se non ci sarebbero state comunque retrocessioni a fine stagione, in quanto la Football League si sarebbe allargata. Finirono 18 su 22 club (l’Aldershot dichiarò bancarotta il 25 Marzo 1992 e tutti i suoi match furono annulati). Nella stagione 1992/93 nacque la Premier League (era la vecchia Division One), la vecchia Second Division divenne Division One, la vecchia Third Division divenne Division Two e la Fourth Division divenne Division Three. Gli Stones erano i nuovi membri della Division Three, ma con l’inizio della nuova stagione alle porte, gli Stones stavano rischiando di non iniziarla, dato la loro situazione finanziaria che stava sempre di più peggiorando. l’esordio stagionale era fissato per il 15 Agosto 1992 in casa dello Scunthorpe United, ma il Maidstone United aveva solo due giocatori registrati, anche se la societò garantì il regolare svolgimento dei futuri match. Ma non fu cosi: il 17 Agosto 1992, il Maidstone United scomparve dalla scena.

Gallagher Stadium

La rinascita

Il Maidstone Invicta viene fondato alcuni giorni dopo l’esclusione dalla Football League dello United. Il club fu retrocesso 7 divisioni nella Piramide, e nella stagione 1993/94 iniziò la sua avventura nella Kent County League Fourth Division. Non esattamente la Football League. Come campo da gioco fu utilizzato quello usato dal Maidstone per gli allenamenti e per i match delle riserve, vicino all’originale London Road Stadium. Inizialmente fu Jim Thompson presidente, ma fu bannato dal calcio al seguito dei fallimenti del Maidstone e del Dartford e Paul Bowden prese la carica, in cui rimase fino al 2010. La squadra era formata dai giovani che avevano formato il blocco del Youth Team nel vecchio Maidstone e senza problemi vinsero la Fourth Division, sotto la guida di Jack Whitley e Bill Turcker. Vinsero anche la West Kent Challenge Shield e Tunbridge Wells Charity Cup. Durante la chiusura della stagione 93/94, il club guadagnò la promozione in Division Two grazie alla ristrutturazione della Kent League; vinse la Division Two e la Kent Junior Cup. Gli Stones nel 1997 ritornarono al loro nome originale, Maidstone United Football Club. Dopo quattro anni e sei Manager il club arrivò alla Kent League Premier Division, in cui nel 1999/00 finalmente esordì, chiudendo con un ottimo terzo posto. Nella successiva stagione il Maidstone era diretto da Matt Toms, altro ex giocatore degli Stones, chiuse al secondo posto e divenne un club Senior. Voleva puntare alla Kent League, e fece l’application per entrarci; venne accettata e gli Stones nella stagione 2000/01 entrano nella Kent League. Comunque lo stadio di Maidstone non presentava i minimi requisiti dalla Kent League e quindi si trasferirono a Sittingbourne al Central Park. La prima stagione andò alla grande, vinsero la Kent League e la Coppa, ma non furono promossi alla Southern League East Division, in quanto il Central Park non era a norma.

Nela stagione 2002/03 il Maidstone entrò per la prima volta in FA Cup, e il club partecipò al programma delle BBC “Road to Cardiff”. Il club arrivò al Secondo Turno Qualificazione, dopo aver superato 3-2 il Tonbridge Angels, in un derby emozionante con tripletta di Steve Butler. In campionato gli Stones erano partiti alla grande, ma ebbero un calo, e in più si aggiunse anche l’esclusione del Faversham Town (di conseguenza i risultati annulati): il maidstone perse così il campionato in maniera strana per 0.14 di punto, in quanto la lega decise che il campionato sarebbe andato al club con più punti e Maidstone e Thamesmead Town fecero 63 punti in 30 partite, il Cray Wanderers 62 punti ma in 29 partite e quindi si aggiudicò il campionato. Comunque arrivarono dei trofei, la Kent Senior Trophy e la Kent Charity Cup, ma i problemi per una nuova casa continuavano, e questo bloccava l’accesso alla Southern League. Dal 2003 al 2005, gli Stones fecero due identiche stagioni: in entrambe chiusero al 4 posto, mentre in FA Cup raggiunsero il 3 Turno di Qualificazione. Mentre fuori dal campo, finalmente il 4 Novembre 2004 arrivò il permesso per costruire il nuovo campo a James Whatman Way a Maidstone. Il via ai lavori doveva essere ancora posticipato, finchè non arrivò l’ok dal proprietario del terreno, ovvero il Ministero della Difesa. Nela stagione 2005/06 vinse finalmente la Kent League, dopo un lungo testa a testa con il Beckenham Town, e la vittoria arrivò solo all’ultima giornata. Finalmente arrivò così la promozione allo Step 4 della Non League Pyramid, ed entrarono nell’Isthmian Division One South. Ma un’altra vittoria fu per lo stadio: fu firmato un contratto di locazione per 99 anni per il terreno a James Wathman Way. Ora si poteva costruire il ritorno a casa.

Al primo colpo vinse il campionato Isthmian Division One South. Nelle stagioni successive il Maidstone ha lottato per non retrocedere, tra nuovi problemi finanziari e ritardi nella costruzione dello stadio. La retrocessione è arrivata alla fine nel 2011, ma, finalmente nel 2012/13, il Maidstone ha inaugurato il suo nuovo stadio, il Gallagher Stadium, e nemmeno troppo casualmente la stagione è coincisa con la nuova promozione in Isthmian Premier, terminando al secondo posto il campionato di Isthmian League South alle spalle del Dulwich Hamlet.
I colori sociali del club sono il giallo e il nero.

Trofei (dal 1992)

  • Isthmian League Division One South: 2006–07
  • Kent League Premier Division: 2001–02, 2005–06
  • Kent League Premier Division Cup: 2001–02, 2005–06
  • Kent League Premier Challenge/Charity Shield: 2002–03, 2003–04
  • Kent County League Premier Division: 2000–01
  • Kent County League Division One Winners: 1998–99
  • Kent County League Division Two Winners: 1994–95
  • Kent County League Division Four Winners: 1993–94
  • Kent Senior Trophy: 2002–03
  • Weald of Kent Charity Cup: 1999-00, 2000–01
  • Kent Junior Cup: 1994–95
  • Tunbridge Wells Charity Cup: 1993–94

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...