Viaggio nella Birmingham del calcio: presentazione

Penultima tappa, ahinoi, del nostro viaggio multimediale nelle città inglesi che vantano due squadre professionistiche, oggi andiamo a Birmingham, West Midlands, casa di Aston Villa e Birmingham City.

Birmingham è la città più grande d’Inghilterra e del Regno Unito, considerando Londra un insieme di borough; se invece consideriamo la Greater London, Birmingham è la seconda città più popolosa, con 1.076.000 abitanti. Centro principale della West Midlands conurbation, l’insieme composto dalla città e da quelle limitrofe, Birmingham ha visto la sua importanza crescere con la rivoluzione industriale, come moltissime altre città inglesi, specie del centro-nord: fino al 1700 era infatti una market town di medio livello. Poi la trasformazione in uno dei centri industriali, economici e culturali più grandi del Regno, anche se ultimamente molte fabbriche hanno lasciato la città (rimangono la Jaguar Land Rover e l’industria della gioielleria) tanto che Birmingham vanta tristemente i due collegi elettorali con il più alto tasso di disoccupazione. Dicevamo, anche centro commerciale ed economico: due delle maggiori banche del Paese sono state fondate a Birmingham, la Lloyds Bank e la Midland Bank, ora HSBC. Mentre per quanto riguarda la cultura, vanta il più alto numero di università dietro alla capitale.

Poi ci sono i trasporti, e la centralità geografica di Birmingham ne fa uno snodo cruciale. M5, M6, M40 ed M42 passano tutte dalla città; la M6 forma anche la Spaghetti Junction, intricatissimo raccordo autostradale come potete intuire dal nome italianeggiante che richiama alla nostra amata pasta. Per quanto riguarda i treni, la stazione di New Street è la seconda più trafficata dopo quelle londinesi, nonchè la stazione di intercambio più importante del Regno Unito. L’aeroporto è invece il settimo del Regno, ma terzo dopo Manchester ed Edinburgo se non si considerano gli scali della capitale. Birmingham non è esattamente la città turistica per eccellenza, anzi. Qualche interesse architettonico, e poco più, anche se come tutte le città inglesi è da scoprire da vicino e non solo con l’occhio continentale per cui tutto quello da Londra in su è “grigiume piovoso”. Han soggiornato a Birmingham e dintorni Samuel Johnson, poeta, e Arthur Conan Doyle, padre di Sherlock Holmes, mentre originario di Birmingham anche se nato in Sudafrica era JRR Tolkien, il papà del Signore degli Anelli. Musicalmente le cose si fanno più interessanti. Birmingham ha dato vita a due grandi gruppi heavy metal: Black Sabbath (Ozzy Osbourne è nato ad Aston) e Judas Priest; al di fuori del genere, la città può vantare comunque gruppi famosi come Moody Blues, Traffic e Duran Duran. La città viene chiamata in slang “Brum“, e i suoi abitanti Brummies: il nome nel dialetto locale è infatti Brummagem. Ma quello che a noi interessa è il calcio…

Beh, esagerando forse, possiamo dire che Birmingham è la città che ci ha regalato il calcio inglese come lo conosciamo oggi: la Football League venne infatti ideata nel 1888 da William McGregor (come vedremo), dirigente dell’Aston Villa. Aston Villa e Birmingham City, le due squadre cittadine professionistiche cittadine che si affrontano nel Second City derby (Second City è un altro nick della città). In totale, su 117 match, i Villans ne han vinti 51, i Blues 37, mentre 29 sono stati i pareggi. D’altronde storicamente l’Aston Villa è la squadra più vincente, tra titoli inglesi ed europei, con in bacheca una Coppa dei Campioni; dall’altra parte, il Birmingham City ha invece messo in bacheca due Coppe di Lega, oltre ad aver disputato due finali di Coppa delle Fiere, nel 1960 e nel 1961, e nulla più. L’Aston Villa gioca al Villa Park, nel distretto di Witton; Bordesley è invece il distretto che ospita il City e il suo stadio, St. Andrew’s. E proprio da qui partiremo con il nostro viaggio, che dopo Birmingham City e Aston Villa ci porterà anche nella vicinissima West Bromwich, per conoscere più da vicino il West Bromwich Albion.

Un derby tra Birmingham City e Aston Villa del 1976

2 thoughts on “Viaggio nella Birmingham del calcio: presentazione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...