Non-league football: Bedford Town e Bedford F.C.

Ci è stato chiesto da un amico sulla nostra pagina Facebook di parlare delle squadre di calcio della città di Bedford, 80.000 abitanti nella contea del Bedfordshire, centro-est dell’Inghilterra, qualche miglia a nord di Londra (Luton, sede di un aeroporto che serve la capitale, è situata nel Bedfordshire); nel farlo ne approfittiamo per aprire una rubrica, che non avrà una scadenza regolare come quella sulle squadre di Londra ma che utilizzeremo ogniqualvolta vorremmo parlare di squadre al di sotto della Football League, in sostanza dal quinto livello del calcio inglese in giù.

Bedford Town Bridge

Approcciarci a Bedford richiede subito esplicitare due fatti fondamentali: il primo, che Bedford è una delle città inglesi più grandi a non avere una squadra di calcio professionistica; il secondo, che questo vuoto è stato negli anni colmato dal rugby e dai Bedford Blues, facendo così di Bedford uno dei rari casi in cui la squadra di rugby ha più seguito di quella di calcio. La squadra di rugby (rugby union) gioca nel RFU Championship, il secondo livello della disciplina, mentre dal 2004 esiste anche una squadra di rugby league, i Bedford Tigers. E il calcio, che poi è quello che interessa a noi? Il Bedford Town Football Club milita in Southern League Premier (settimo livello), il Bedford Football Club gioca invece in Spartan South Midlands League, undicesimo livello. Come facilmente si vede, lontani dalla Football League. Andiamo però a vedere nello specifico i due club.

Il Bedford Town è la squadra principale di Bedford. Gioca le sue partite interne al The New Eyrie, minuscolo impianto da 4.000 spettatori ufficiali, ma con solo 300 posti a sedere. Il simbolo è l’aquila, da cui il soprannome, the Eagles, mentre i colori sociali sono il bianco e blu, ma solo dalla stagione 1950/51, visto che prima veniva utilizzato un kit black & amber. Il Bedford Town venne fondato nel 1908, giocando nei campionati locali fino al 1945, quando venne ammesso alla Southern League. Il primo momento di gloria arrivò nel 1951 quando venne nominato player/manager Ronnie “Rookie” Rooke, ex giocatore di Arsenal, Fulham, Palace e Nazionale: per la prima partita sotto la sua gestione, 4.790 spettatori si presentarono allo stadio. Ma molta della fama del Bedford Town proviene dal giant-killing, ovvero quel fenomeno per cui, in FA Cup, una squadra di serie inferiori elimina squadre di Football League se non di Premier League. Negli anni ’50 il Town si specializzò in quest’arte: 3-2 al Watford, 2-1 al Newcastle, al Brighton e all’Exeter, 4-2 al Norwich, 1-0 all’Oxford United; ma soprattutto, 2-2 ad Highbury contro l’Arsenal, con il replay che vide il Bedford Town in vantaggio fino ai minuti finali, quando due goal dei Gunners ribaltarono il risultato in favore dei londinesi. Il Town fallì, miseramente, nel 1982, quando scadde l’affitto dello stadio e i piani di costruzione del nuovo impianto non vennero portati a termine. Il club venne rifondato nel 1989, riuscendo a scalare le divisioni inferiori fino a raggiungere la Conference South, sesto livello del calcio inglese. Ora, come detto, il club milita in Souther League Premier. Per quanto riguarda lo stadio, dopo un iniziale permesso da parte del consiglio cittadino di giocare in uno spazio pubblico a Queens Park, dal 1992/93, sempre con l’aiuto della città, il Bedford Town ha ottenuto il permesso di riqualificare un’area a est della città trasformandola in The New Eyrie. Principali rivali, il Kettering Town, anche se da anni le due squadre non si affrontano, fatto che ha portato alla nascita di rivalità sentite anche con Hitchin Town e St Albans City.

The New Eyrie

L’altra squadra cittadina è, come detto, il Bedford Football Club. Le origini risalgono al 1957, quando venne fondato il Bedford United F.C. come squadra aziendale degli stampatori Diemer & Reynolds; dopo una serie di cambi di campo da gioco, dal 1996 gioca le partite interne al McMullen Park (dal nome del fondatore Jim McMullen), campo praticamente attaccato al The New Eyrie del Bedford Town e separato da esso solo da una fila di alberi. Il Bedford United è stato anche in predicato, nel 2000, di fondersi con i cugini del Town, salvo poi riprendere la regolare attività nel 2001/02. Come detto, la squadra nasce come Bedford United, e dal 2007/08 si chiama semplicemente Bedford F.C.: nel mezzo, la fusione con una squadra locale, l’Unione Sportiva Valerio (ebbene sì, dal nome del fondatore Nicola Valerio) nel 2002, che portò al cambio di nome in Bedford United & Valerio FC (in seguito Bedford Valerio United) fino appunto al 2007, quando scomparve il Valerio Group anche dal nome della squadra (rimane però il riferimento “Unione Sportiva” nel logo del club). Per questo motivo, la data di fondazione è fatta risalire al 2002, anno in cui Bedford United e US Valerio si fusero in un unico club. I colori sociali del Bedford FC sono il bianco e nero, con una maglia a strisce verticali stile Newcastle.

Concludiamo con qualche link
Bedford Town: sito ufficiale; blog; New Eyrie indipendent supporters voice; potete seguire la squadra su Twitter @BedfordTown
Bedford F.C.: sito ufficiale; BedfordFC.net; BedfordFC; potete anche seguire la squadra su Twitter @bedford_fc

Alla prossima!

One thought on “Non-league football: Bedford Town e Bedford F.C.

  1. Pingback: Footballshire: il calcio nelle contee inglesi. Prima puntata | English Football Station

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...